Mostre - festival della Romagna 2018

Vai ai contenuti
Il Festival



Magazzini del Sale

GIOVANNINO GUARESCHI AL BERTOLDO
 
RIDERE DELLE DITTATURE 1936-1943
 
a cura di Mup Editore
 
In occasione del 50° anno della morte di Guareschi
 

 
  GIOVANNINO GUARESCHI E CERVIA
 
immagini inedite dello scrittore scattate a Cervia nel 1965
 
a cura Associazione Alteo Dolcini
 

  LA  ROMAGNA DI PIERO BARTOLINI
          mostra personale
 
        
         TITO BALESTRA
LINOLEOGRAFIE ED EPIGRAMMI
 
A cura Fondazione Tito Balestra Onlus
 

 
IL LAVORO DELL’ORAFO FRA TRADIZIONE E MODERNITÀ
 
a cura del M° Adriano Perlini e degli studenti del
 
Liceo Artistico e musicale di Forlì
 
    
 
C'ERA UNA VOLTA L'OCA BLU
 
Insieme di illustrazioni sul tema dell'oca,
 
rivisitato da 36 illustratori
 
Gli artisti i romagnoli:
Monia Antonelli, Maria Gabriella Gasparri, Manuela Mapelli, Andrea Rivola, Giulia Romualdi, Veronica Truttero
 
     
 
IL CIRCOLO ILARIO FIORAVANTI
 
Tele artistiche  della Stamperia Pascucci 1826
 
     
 
LA ROMAGNA DI ALTEO DOLCINI
 
Mostra fotografica a cura di Associazione Alteo Dolcini
 
       
 
ROMAGNA-LAND LE ICONE DELLA BALNEAZIONE:
 
ARAZZI BALNEARI E VELE DOMESTICHE
 
A cura di Gianluca Errante
 

SGUARDI ROMAGNOLI
 
Mostra fotografica di Dario Sabbatani
 
Dario, la sua macchina fotografica e la profondità dei suoi tredici anni
 


Sala Rubicone



STAMPERIE IN MOSTRA
                      a cura di
Associazione Stampatori Tele Romagnole



CAVEJA DI ROMAGNA: LA TRADIZIONE CONTINUA
  a cura di Sergio Lancieri



LA LUDLA
Rassegna storica
a cura dell’ Associazione Friedrich Schürr


Chioschi  della piadina di Cervia

IL CUORE DELLA ROMAGNA
Mostra diffusa con tele di Stamperia Pascucci 1826 e Stamperia C’era Una Volta di Drudi Elisa





I Valori del Territorio nell'arte è il percorso della V^edizione del Festival.  Emozioni e conoscenze saranno il filo conduttore che rivelerà i talenti artistici ed ospiterà diverse tematiche ed idee creative di giovani talenti  per permettere ad appassionati e fruitori una vision del grande giacimento culturale che è la Romagna nel suo percorso sia storico e contemporaneo.
Con  la realizzazione in questa edizione  di 15 mostre si vuole far percorrere al visitatore un itinerario suggestivo che permetta a livello intergenerazionale di apprezzare ed innamorarsi della cultura romagnola.
Ceramica, stoffa, mosaici, fotografia, pittura, scultura, design sono le diverse espressioni artistiche che si articoleranno in modo diffuso nelle giornate del Festival, per stimolare i partecipanti ad aprire il cuore nel conoscere ed emozionarsi.

L'arte che riconduce ai cinque sensi
l'arte del cibo per il gusto, dellle colture per il naso, della stoffa e del design per il tatto, della pittura e scultura per gli occhi, della musica per le orecchie.

L'arte romagnola ha l'obiettivo di piacere, emozionare e stupire,  l'impegno che il Festival per valorizzarne sempre più una conoscenza internazionale diffusa, da questa edizione, si è preso l'impegno  di sviluppare percorsi culturali che diventino in futuro un volano turistico nelle giornate del Festiva e non solo.







                                 
Torna ai contenuti